Controlli Giornalieri su una Campagna Pay per Clic

Chi gestisce campagne pay per clic per conto terzi ha il dovere di seguirle giorno per giorno, attenendosi ad una sorta di protocollo di lavoro da rispettare rigidamente e costantemente.

Non dedicare 15-30 minuti quotidiani (salvo campagne di particolari dimensioni) per seguire una campagna pay per clic significa rischiare di ottenere pessimi risultati e spendere soldi inutilmente. Vorrei mostrarvi quindi quali sono i controlli che, in generale, faccio quotidianamente sulle campagne che gestisco.

Da notare che tali controlli li faccio con 48 ore di “differita”: ad esempio il mercoledì analizzo i risultati del lunedì. Ciò per far si che i dati forniti da google tramite AdWords (o tramite Analytics) siano correttamente aggiornati.

1. Controllo del Budget Impiegato

La prima domanda da porsi riguarda l’impiego del budget giornaliero a disposizione per ogni singola campagna. Il budget stabilito è sufficiente per avere annunci sempre pubblicati negli orari d’interesse? Se ciò non si verifica su quali chiavi posso risparmiare? Può essere utile “rettificare” la pianificazione oraria degli annunci?

2. Controllo dello Stato delle Chiavi

Il secondo punto consiste nel verificare se le varie keywords della campagna non sono state, per qualche motivo, sospese da google. Nel caso alcune key siano sospese è necessario intervenire, partendo dalle indicazioni che AdWords offre.

3. Chiavi Negative

Se sono presenti parole chiave a corrispondenza estesa o a frase è necessario controllare giorno per giorno se ci sono chiavi “fuori tema”. Tale controllo può essere fatto attraverso i rapporti di AdWords (Rapporto sul Rendimento dei Termini di Ricerca) o con Google Analytics e relativo filtro.

4. Esclusione Siti dalla Rete di Contenuti

In modo identico a come si fa per le chiavi negative, anche per i siti della Rete di Contenuti è possibile escludere domini o categorie di siti su cui non si riscontrano particolari vantaggi a pubblicare gli annunci.

Anche in questo caso ci si può servire dei rapporti di AdWords (Rapporto Rendimento del Posizionamento) o di Google Analytics.

5. Controllo delle Conversioni

Ultimo, ma non meno importante, il controllo delle conversioni generate dalla campagna pay per clic. Quali chiavi hanno portato clienti/contatti? Quali versioni di annunci hanno generato maggiori clic? Quali landing page registrano le migliori perfomance?

Anche per le conversioni si ha la possibilità di usare il Monitoraggio delle Conversioni di AdWords parallelamente ad una corretta impostazione di Google Analytics.

Conclusioni

E’ fuori dubbio che il controllo giornaliero di una campagna pay per clic sia indispensabile anche se non sempre chi si occupa di web marketing presta attenzione a questo aspetto, dando per scontato che basta essere presenti con la keyword più generica di questo mondo, in quanto più ricercata.

Quali controlli fate (o fate fare) sulle vostre campagne? Che cosa aggiungereste a questa lista, in termini generali? Sotto a chi tocca! :)

Tag:,

Scrivi un commento

Messaggio: